In primo piano.

In primo piano.

CONTRASTARE INFORTUNI E MORTI SUL LAVORO VERSO UNA NUOVA STAGIONE PER LA SSL

CONTRASTARE INFORTUNI E MORTI SUL LAVORO VERSO UNA NUOVA STAGIONE PER LA SSL

Sull’onda emozionale generata dai drammatici eventi delle scorse settimane, tutti si sono prontamente allineati nel richiamare la necessità di un intervento urgente volto a garantire maggiori tutele in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Anche il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, è intervenuto sul tema: “Quella degli incidenti e dei morti sul lavoro è una vera e propria emergenza nazionale. È necessaria una strategia sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro per dare finalmente risposte adeguate”. Dichiarazioni susseguitesi una dopo l’altra a sottolineare l’urgenza di interventi non più procrastinabili. Sembra chiaro ormai da tempo, che continuare a rispondere reattivamente, al problema, senza organizzare una adeguata strategia di prevenzione, non è efficace. In più, è estremamente dispendioso, in termini di tempo, energie, risorse, vite umane.

Attendiamo quindi con ansia l’inizio della nuova stagione, una nuova fase in cui la salute e la sicurezza di lavoratrici e lavoratori siano una reale priorità per il Paese e per la Politica, in uno sforzo sinergico e strategico in grado di imprimere un decisivo cambio di passo nel rispetto dei diritti, delle tutele e di ogni lavoratore.
Una nuova fase in cui la salute e la sicurezza di lavoratrici e lavoratori siano una reale priorità per il Paese e per la Politica, in uno sforzo sinergico e strategico in grado di imprimere un decisivo cambio di passo nel rispetto dei diritti, delle tutele e di ogni lavoratore.

Continuate a seguirci!

Sull’onda emozionale generata dai drammatici eventi delle scorse settimane, tutti si sono prontamente allineati nel richiamare la necessità di un intervento urgente volto a garantire maggiori tutele in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Anche il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, è intervenuto sul tema: “Quella degli incidenti e dei morti sul lavoro è una vera e propria emergenza nazionale. È necessaria una strategia sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro per dare finalmente risposte adeguate”. Dichiarazioni susseguitesi una dopo l’altra a sottolineare l’urgenza di interventi non più procrastinabili. Sembra chiaro ormai da tempo, che continuare a rispondere reattivamente, al problema, senza organizzare una adeguata strategia di prevenzione, non è efficace. In più, è estremamente dispendioso, in termini di tempo, energie, risorse, vite umane.

Attendiamo quindi con ansia l’inizio della nuova stagione, una nuova fase in cui la salute e la sicurezza di lavoratrici e lavoratori siano una reale priorità per il Paese e per la Politica, in uno sforzo sinergico e strategico in grado di imprimere un decisivo cambio di passo nel rispetto dei diritti, delle tutele e di ogni lavoratore.
Una nuova fase in cui la salute e la sicurezza di lavoratrici e lavoratori siano una reale priorità per il Paese e per la Politica, in uno sforzo sinergico e strategico in grado di imprimere un decisivo cambio di passo nel rispetto dei diritti, delle tutele e di ogni lavoratore.

Continuate a seguirci!